fbpx

Per saperne di più

La floricoltura sin dall’inizio della nostra attività è stato forse il settore di impiego dei nostri prodotti più esigente e che al contempo ci ha dato maggiori soddisfazioni.

In floricoltura abbiamo sviluppato gran parte delle nostre prime esperienze, poiché in questo Settore l’esigenza di utilizzare prodotti di alto valore tecnico e sistemi di impiego spesso sofisticati hanno maggiormente valorizzato la nostra offerta, e attratto il nostro interesse.

Il floricoltore ha iniziato prima degli altri coltivatori a impiegare diffusamente le soluzioni nutritive mirate, i microelementi, i biostimolanti, a riconoscere le carenze nutritive e gli squilibri, e ad approfondire i meccanismi di assorbimento e le tecniche di distribuzione.

Così è stato naturale che attirassimo la sua attenzione prima di altri.

Abbiamo iniziato a occuparci di fertilizzanti idrosolubili in floricoltura poiché all’inizio degli anni ‘90 al Nord Italia la fertirrigazione era conosciuta e praticata su ampia scala principalmente da floricoltori e qualche orticoltore avanzato.

Chi coltiva fiori è abituato ad avere a che fare con argomenti come salinità dell’acqua, qualità del prodotto, resa a metro quadro, ambienti di coltivazione limitati, equilibrio e completezza delle soluzioni nutritive.

Un fiore o una pianta con difetti, siano clorosi, macchie, scarso sviluppo ecc. è un prodotto che viene scartato dal mercato. Uno stelo di più a metro quadro, moltiplicato per la superficie della serra coltivata, può determinare la differenza tra una annata buona e una scadente.

Il floricoltore ha capito da subito che la nutrizione, ancor più che la difesa, è la chiave per il miglior risultato.

All’inizio scioglieva semplicemente un concime completo totalmente solubile nell’acqua di irrigazione, prestando attenzione alla salinità e al rapporto tra gli elementi nutritivi; poi sono arrivati i sistemi di diluizione dei fertilizzanti, le soluzioni concentrate, i sali puri idrosolubili da miscelare tra loro, i concimi a cessione controllata da mettere nei vasi, i substrati di coltivazione e le coltivazioni senza suolo.

Colture floricole molto esigenti e produttive, come rose, garofani, gerbere, hanno caratterizzato per molti anni l’offerta produttiva italiana di fiore reciso come una eccellenza apprezzata e copiata in tutto il mondo.

Poi molti Paesi emergenti hanno iniziato a valorizzare le loro risorse naturali, grazie ad un miglioramento costante delle loro tecniche e alle nuove possibilità logistiche, e ciò ha permesso loro un prepotente ingresso nel mondo del mercato floricolo internazionale, che è profondamente cambiato.

I bravi produttori italiani di fiori si sono rivolti a colture più nuove, come ad esempio anemoni e ranuncoli o si sono concentrati sulle produzioni in vaso di piante aromatiche o ornamentali, oppure in alcuni areali, ad esempio in Toscana e nelle Marche, si concentrano su una produzione di assoluta eccellenza per l’export di piante ornamentali arbustive e ad alto fusto, destinate all’arredo urbano o a rinverdire parchi e ville di gran parte d’Europa.

La nostra offerta per il floricoltore comprende sin dagli inizi della nostra attività tutti i sali solubili necessari alla preparazione delle soluzioni nutritive, e i concimi completi idrosolubili ottenuti miscelando queste materie (Unisol , Ultrasol): questi , sciolti in acqua anche ad elevate concentrazioni, garantiscono una soluzione finale ottimale, a bassa salinità grazie alle materie prime esenti da cloro, sodio e altri elementi dannosi ; alcuni formulati sono acidificati, per dare il massimo risultato anche in acque ricche di bicarbonati.

Abbiamo anche messo a punto una linea (Fitoexpert) che aiuta il produttore a preparare in modo rapido e preciso la soluzione nutritiva ottimale per la sua coltura partendo dalla analisi dell’acqua e utilizzando pochi prodotti in maniera semplice, senza sprechi e senza possibilità di errore.

La nostra gamma di concimi e fertilizzanti comprende tutti i microelementi necessari, singoli o variamente formulati, per poter scegliere il migliore fertilizzante in base alla situazione, alla tecnica e alla coltura.

Abbiamo sviluppato biostimolanti che permettono risultati difficilmente conseguibili con i soli concimi tradizionali; alghe, acidi fulvici, acidi umici, amminoacidi e composti ottenuti utilizzando in varie e sapienti combinazioni questi elementi aiutano le coltura a superare nel modo migliore invitabili momenti critici del loro ciclo, o problematiche non superabili nemmeno con il controllo della maggior parte dei parametri produttivi.

Anche per la concimazione al suolo abbiamo messo a punto concimi granulari a bassa salinità ed elevata efficienza, come gli Unislow con controllo della cessione dell’azoto, o i Qrop che contengono gli elementi nutritivi nella forma più solubile presente sul mercato e si prestano a precedere la fertirrigazione, oppure a sostituirla se non praticabile.

Non mancano nella nostra gamma gli ammendanti di qualità, che ci permettono di rendere il terreno che coltiviamo più fertile e più adatto ad ospitare e a garantire il successo delle colture floricole e vivaistiche.

Ma quello che è ancor più interessante dei prodotti è la presenza tecnica e il supporto che offriamo, con tecnici competenti che sanno indirizzare e guidare le scelte sulla base delle singole situazioni.

Visitiamo e supportiamo gli agricoltori direttamente in campo presso le loro aziende, o durante riunioni tecniche di aggiornamento svolte in varie zone d’Italia, ma anche con questo Sito Web, e le reti Social, che verranno costantemente aggiornate e arricchite di contenuti strada facendo.

Scarica i programmi colturali

In questa sezione trovi i programmi di concimazione messi a punto da ARPA Speciali per alcune coltivazioni più comuni. Clicca sul nome del prodotto per scaricare il programma in pdf.